Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

PROBLEMI DI SALUTE IN AREA PERINATALE

Oggetto:

HEALTH PROBLEMS IN PERINATAL AREA

Oggetto:

Anno accademico 2017/2018

Codice dell'attività didattica
MED3166
Docenti
Dott. Alessandra COSCIA (Docente Responsabile del Corso Integrato)
Prof. Silvia DEAGLIO (Docente Titolare dell'insegnamento)
Dott. Silvia Maria BORGIONE (Docente Titolare dell'insegnamento)
Dott. Roberta GUARDIONE (Docente Titolare dell'insegnamento)
Prof. Tullia TODROS (Docente Titolare dell'insegnamento)
Corso di studi
[f070-c717] INFERMIERISTICA PEDIATRICA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI INFERMIERE PEDIATRICO)
Anno
2° anno
Tipologia
--- Nuovo Ordinamento ---
Crediti/Valenza
6
SSD dell'attività didattica
MED/03 - genetica medica
MED/38 - pediatria generale e specialistica
MED/40 - ginecologia e ostetricia
MED/45 - scienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Obbligatoria
Tipologia d'esame
Scritto ed orale
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Al termine dell’Insegnamento, lo studente dovrà essere in grado di:

 -         Conoscere i principali aspetti della fisiologia della gravidanza e dell’accrescimento fetale

-         Condurre un ragionamento clinico nel campo delle principali patologie ostetriche, individuando i rischi eventuali per il feto/neonato, riconoscendo la possibile strategia di trattamento e di gestione clinica

-         Riconoscere l’importanza dell’anamnesi ostetrica per le valutazioni cliniche del neonato normale o critico

-         Sviluppare conoscenze logiche e metodologiche di organizzazione dell’assistenza neonatale per neonati da madri con patologie ostetriche

-         Identificare gli strumenti per l’integrazione organizzativa con personale di assistenza ostetrica.

 - ricostruire un albero genealogico,    interpretare  possibili pattern ereditari, e calcolare i rischi di ricorrenza o di portatore, e delle patologie mendeliane. Si devono conoscere alcuni patologie genetiche tra le più frequenti. Si devono sapere i principi di citogenetica tradizionale e molecolare, le applicazioni ed i limiti dei test genetici.

 -         Acquisire il concetto di “continuum” fra feto e neonato: competenze e patologie dipendono dall’età gestazionale.

-         Conoscere le principali patologie del neonato a termine e le tecniche assistenziali relative

-         Conoscere le principali patologie del neonato pretermine e le tecniche assistenziali relative

-         Valutare, organizzare e proporre le modalità di assistenza infermieristica rispetto all’età gestazionale

-         Valutare e organizzare l’assistenza infermieristica rispetto ai bisogni di alimentazione e respirazione

-         Osservare il neonato pretermine individuando segnali di stress, dolore e competenze specifiche dell’età gestaizionale di appartenenza

-         Diluire e somministrare i farmaci per os ed endovena considerando la peculiarità della prematurità

-         L’assistenza al neonato pretermine deve essere individualizzata e “neuroevolutiva”, capace cioè di accompagnarlo nei vari livelli di sviluppo.

 -         Conoscere i principi della rianimazione neonatale

-         Saper eseguire le tappe iniziali della rianimazione neonatale

-         Saper eseguire la ventilazione a Pressione Positiva nella rianimazione utilizzando correttamente i diversi strumenti disponibili

-         Saper eseguire le compressioni toraciche

-         Conoscere le indicazioni all’intubazione endotracheale e saper assistere chi la esegue

-         Conoscere e saper preparare i principali farmaci utilizzati nella rianimazione neonatale

Oggetto:

Programma

GINECOLOGIA E OSTETRICIA

-         Analisi dei fattori che possono danneggiare nella vita intrauterina il prodotto del concepimento.

-         Interventi preventivi da attuare sia prima che durante la gravidanza.

-         Cenni di fisiologia della gametogenesi

-         Fecondazione e prime fasi dello sviluppo embrionale

-         Placentazione, funzioni della placenta, circolazione fetale

-         Definizione di gravidanza ad alto rischio

-         Cenni di valutazione della crescita e del benessere fetale

-         Il ritardo di crescita intrauterina del feto

-         Aspetti fisiopatologici e clinici delle principali patologie ostetriche

 GENETICA MEDICA

 -          I pedigree, concetti di malattie ereditarie. Malattie mendeliane: esempi di patologie autosomiche dominanti, recessive ed X-linked. La neurofibromatosi di tipo 1, il rene policistico dell'adulto, la fibrosi cistica, la SMA, la distrofia muscolare di Duchenne.

-         I concetti di penetranza ed espressività in genetica medica; calcolo del rischio di trasmissione nelle malattie mendeliane.

-         Malattie cromosomiche. Patologie da microdelezione e microduplicazione. Il cariotipo e l'analisi array-CGH. Cenni di genetica del ritardo cognitivo. Cenni di dismorfologia. Anomalie di numero e struttura dei cromosomi.

-         Diagnostica prenatale e consulenza genetica. Test prenatali. Esempi

di consulenze genetiche in malattie mendeliane e complesse.

 PATOLOGIA NEONATALE

 -         Punti critici del neonato: vulnerabilità degli apparati e patologie età gestazionale-dipendenti

-         Sepsi neonatale precoce e tardiva

-         Ittero fisiologico e patologico

-         Malattia emorragica del neonato

-         Convulsioni neonatali

-         Asfissia e sindrome postasfittica

-         Distress respiratorio del neonato pretermine: fisiopatologia, clinica, profilassi e terapia

-         Tachipnea transitoria del neonato

-         Sindrome da aspirazione di meconio

-         Pervietà del dotto arterioso

-         Intolleranza alimentare ed enterocolite necrotizzante

-         Sviluppo motorio e sensoriale del feto e del neonato pretermine

-         Competenze del neonato pretermine per età gestazionale

-         Teoria dei sottosistemi e approccio individualizzato al neonato pretermine

-         Patologia neurologica del neonato pretermine: emorragia intra-periventricolare

-         Patologia neurologica del neonato pretermine: leucomalacia periventricolare

-         I movimenti generalizzati normali e patologici: strumento di diagnosi e prognosi

 

TERAPIA INTENSIVA E RIANIMAZIONE NEONATALE

 -         Cambiamenti fisiologici che si verificano alla nascita di un neonato

-         Diagramma di flusso che illustra tutte le tappe da seguire durante la rianimazione

-         Fattori di rischio predittivi di neonati che dovrebbero necessitare rianimazione

-         Materiale e personale necessari per rianimare un neonato

-         Quando il neonato necessita di rianimazione

-         Come liberare le vie aeree e procedere con le tappe iniziali della rianimazione

-         Come rianimare il neonato quando vi è meconio

-         L’uso dell’ossigeno nella rianimazione neonatale

-         La ventilazione a Pressione positiva: quando e con quali strumenti.

-         Funzionamento dei diversi strumenti di ventilazione e corretto posizionamento della maschera

-         Valutazione del successo della ventilazione

-         Le compressioni toraciche durante la rianimazione: quando iniziare, come eseguirle

-         come coordinarle con la ventilazione a pressione positiva, quando interrompere

-         Indicazioni all’intubazione endotracheale durante la rianimazione; preparazione del materiale; assistenza

-         Farmaci: quali e come somministrarli

 

 INFERMIERISTICA CLINICA IN AREA PERINATALE

 - Assistenza infermieristica al neonato prematuro (termoregolazione – incubatrice, accessi venosi, tecniche non farmacologiche per il trattamento del dolore) Family care, Care, NIDCAP, kangaroo care)

 - Trasporto neonatale, trattamento ipotermico dell’asfissia

 - Assistenza infermieristica al neonato prematuro affetto da difficoltà respiratoria acuta e cronica, tra cui la gestione di ventilazione assistita, nCPAP, modalità somministrazione O2

   - Assistenza infermieristica al neonato prematuro e a termine asfittico

 - Assistenza infermieristica al neonato prematuro anemico (segnali “alert” dell’anemia, supporto farmacologico: somministrazione di EPO; assistenza infermieristica per un neonato anemico e per un neonato che diventa anemico pur non essendolo in precedenza)

 - La terapia farmacologica: endovena, intramuscolo e per os nel neonato prematuro, peculiarità rispetto alle altre fasi dell’età evolutiva

 - Assistenza infermieristica al neonato prematuro con problemi dell’apparato gastro – intestinale – es. NEC – Volvolo, ecc, con riconoscimento precoce e gestione dei segni e sintomi (ponendo particolare attenzione a alimentazione, ristagno, addome globoso e gestione del SOG)

 - Assistenza al neonato prematuro che inizia ad alimentarsi per os e ad essere allattato, latte materno: preparazione, stoccaggio e fortificazione

 - Sondaggio rettale (tempi e modalità di esecuzione,valutazione efficacia)

 - Assistenza infermieristica al neonato affetto da SAN

 - Tecniche: sondaggio rettale, sostegno del neonato prematuro che inizia ad alimentarsi, aspirazione oro – faringea

  Check list: SOG

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

-         materiale didattico fornito dai docenti (dispense, rassegne di letteratura, copie delle slide utilizzate a lezione)

-         Mendicini “Neonatologia” Verduci editore

-         Polin, Yoder, Burg “Workbook in practical neonatology”, Saunders ed.

-         Dalla Piccola “Genetica medica essenziale” , Novelli, 2006.

-  Manuale di Rianimazione Neonatale. American Academy of Pediatrics and American Heart Association

-    Articoli scientifici indicati di volta in volta dal docente sull’argomento svolto



Oggetto:

Moduli didattici

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 21/11/2016 11:36